Violenze in Usa, arrestata figlia del sindaco di New York

Non accenna a placarsi la protesta negli Usa per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd da parte dell’agente di polizia Derek Chauvin. Una persona è morta a Indianapolis. Oltre 60 tra dirigenti e agenti del Secret Service sono rimasti feriti e undici sono stati ricoverati tra venerdì e domenica nelle proteste davanti alla Casa Bianca.

La polizia di New York ha arrestato 345 persone e 33 agenti sono rimasti feriti. Una decina di Stati ha mobilitato la guardia nazionale e indetto il coprifuoco in 25 città. Disordini davanti alla Casa Bianca dove è stata aggredita una troupe della Fox News. Quello di Floyd è stato un “omicidio premeditato” dice Benjamin Crump, l’avvocato della famiglia, visto che Chauvin ha tenuto premuto il ginocchio sul collo di Floyd per 9 minuti.

Arrestata la figlia del sindaco di New York – Chiara de Blasio, la figlia 25/enne del sindaco di New York, e’ stata arrestata sabato sera in una protesta a Manhattan. Lo scrive il New York Post, citando le forze dell’ordine. La giovane e’ finita in manette dopo che la polizia ha dichiarato illegale un assembramento tra la 12ma strada e Broadway, dove erano scoppiati alcuni tafferugli ed erano state bruciate auto delle forze di sicurezza.  (notizie.tiscali.it)

Il sindaco di New York De Blasio con il sindaco di Napoli, De Magistris

Condividi