Venezia: Jihadisti preparavano attentato, espulso kosovaro

Condividi

 

VENEZIA – È stato espulso uno dei giovani kosovari che preparavano l’attentato a Venezia. La Digos della Questura di Venezia con la collaborazione dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Treviso, ha infatti eseguito l’espulsione disposta dal Ministro dell’Interno nei confronti di Arjan Morina, per motivi di prevenzione del terrorismo.

Il giovane kosovaro – scrive il Gazzettino –  faceva parte della «cellula» jihadista che aveva collocato la sua base in un appartamento nel cuore del centro storico lagunare e sgominata nel marzo 2017 all’esito di un’indagine coordinata dalla Dda di Venezia, iniziata nel settembre del 2015 dalla Digos di Venezia. I componenti del gruppo erano stati tutti arrestati il 30 marzo 2017 e poi condannati in via definitiva.

Tra loro vi era Arjan Morina, all’ epoca dei fatti minorenne, ed i maggiorenni Fisnik Bekaj, Dake Haziraj e Arjan Babaj. Al momento degli arresti la cellula veneziana aveva raggiunto una capacità organizzativa tale da costituire un concreto pericolo per la collettività, essendo pronta anche a sostenere il progetto jihadista compiendo uno o più attentati nel centro storico lagunare.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -