Mistificazione politically correct, un attore nero interpreta Machiavelli

di Marco Zonetti – – Se qualcuno volesse convincervi che Niccolò Machiavelli (1469-1527) era di colore, senz’altro gli ridereste in faccia pensando a un colpo di calore o a un troppo spiccato penchant per il vino. Ma se ve lo dicesse un cittadino britannico, potrebbe non avere tutti i torti – almeno dal suo punto di vista. Già, perché le derive politically correct della produzione televisiva e cinematografica anglo-americana sono ormai all’ordine del giorno, e in questo caso lo scempio storico è stato perpetrato in una serie per bambini in onda sulla CBBC, il canale della BBC dedicato ai piccoli telespettatori.

Nella serie Leonardo, andata in onda nel 2011-2012 e ambientata nella Firenze rinascimentale, Niccolò Machiavelli era infatti interpretato da un attore nero di nome Akemnji Ndifernyan (talvolta scritto Ndifornyen). [—]

A parte ogni altra considerazione, come può giovare a qualsivoglia causa tramutare Niccolò Machiavelli in un nero stravolgendo completamente ogni scrupolo storiografico e per giunta in una serie didattica per bambini che pretende di voler insegnare proprio la Storia? Secondo lo stesso principio, attendiamo fiduciosi una serie televisiva in cui Martin Luther King sia interpretato da uno svedese biondo con gli occhi azzurri, o Rosa Parks da una stangona nordica uscita dalle passerelle di Victoria’s Secret. E perché non una Josephine Baker interpretata da una platinata e lunare Lady Gaga o Cassius Clay da un “mechato” Brad Pitt?

Ma, cosa più importante, le persone di colore non si sentono gravemente prese in giro da scelte azzardate come queste che sembrano voler dare un discutibile contentino come maldestro tentativo di lavarsi la coscienza, nascondendo sotto lo sbrindellato tappetino del blackwashing la secolare polvere di discriminazioni ben più gravi? 

www.affaritaliani.it

Condividi