Oscurati simboli cattolici al cimitero ”per non urtare le altre religioni”

Condividi

 

Accade al cimitero di Pieve di Cento, un comune del bolognese, amministrato dalla sinistra, dove qualcuno ha deciso di montare dei teli per oscurare crocifissi e siboli cattolici ”per non urtare i credenti delle altre religioni”. La notizia è stata pubblicata su Facebook da Galeazzo Bignami, deputato di Forza Italia

“Oscurare i simboli cattolici nei cimiteri per non disturbare le altre religioni. Ecco l’ultima trovata del sinistrati che in un comune della provincia bolognese annunciano fieramente, in un giornaletto preelettorale, il restauro del Cimitero e “…per riti o cerimonie laiche anche di altre religioni, il progetto prevede l’installazione di un sistema di oscuramento motorizzato con teli di tessuto che appunto consentiranno all’occorrenza di coprire temporaneamente le immagini sacre e le tombe di famiglia situate all’interno della Cappella”.



Credo che la notizia si commenti da sola.
I sinistrati per non mancare di rispetto alle altre religioni offendono i Valori Cristiani e ancor più la memoria dei nostri morti nascondendoli dietro delle “tende motorizzate” in un cimitero per non offendere le altre religioni.

Se questi amministratori si vergognano della nostra tradizione e della nostra cultura, dovrebbero andare a nascondere se stessi e non solo dietro una tenda motorizzata.
Se non sono capaci di portare rispetto per i vivi almeno abbiano la decenza di lasciare stare i morti e di non coinvolgerli in scempiaggini pre elettorali.”



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -