Orban: guardare pericoli dell’immigrazione senza benda sugli occhi

BUDAPEST, 15 MAR – “Bisogna fermare il declino dell’Europa, vogliamo un inizio nuovo”: lo ha detto oggi il premier ungherese Viktor Orban in un discorso in occasione della festa nazionale, anniversario della rivoluzione del 1848. Orban spera in una vittoria netta alle elezioni europee di maggio per le forze sovraniste ed anti-immigrazione. “Speriamo che le nazioni europee vedranno più chiaro, senza benda sugli occhi, i pericoli dell’immigrazione, che mettono in pericolo la cultura cristiana del nostro continente”, ha detto ancora.

Secondo Orban, l’Europa ha bisogno di stati nazioni forti, capaci di fermare l’immigrazione incontrollata, e non di “un impero sovranazionale liberale”, rappresentato dalla burocrazia di Bruxelles, paragonabile a Mosca che aveva soffocato la libertà degli ungheresi. “In un impero liberale perderemo tutti la nostra libertà conquistata”, ha affermato. (ANSA)

Condividi