Gasparri: Monti punta a promozione di tecnocrazie e potentati

25 dic – “Da Monti oltre che una agenda di tasse, con annuncio di patrimoniale come se l’Imu non lo fosse già, viene un comportamento scorretto che tradisce ogni annuncio di neutralità fatto alla nascita del suo governo“. Lo afferma il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, che aggiunge: “L’operazione politica in atto pone il problema della sua permanenza a Palazzo Chigi, che avevamo con garbo ma con chiarezza posto nei giorni scorsi al Presidente della Repubblica”.

“Tentare di scomporre partiti, dialogare con il Ppe ma di fatto aiutare la sinistra, e altre condotte – sostiene ancora Gasparri – sono francamente riprovevoli. Si ammanta da grande proposta una manovra politica che punta a una sostanziale subalternità dell’Italia, alla promozione di tecnocrazie e potentati avulsi da un confronto realmente democratico“.

“Il Pdl deve esporre la propria agenda rifiutando questo atteggiamento supponente di chi, dopo un anno di governo, ha fatto crescere tasse, disoccupazione, recessione. Per queste ragioni abbiamo tratto un giudizio negativo sul bilancio del governo. Il trasformismo politico di questa fase – conclude Gasparri – rende ancora più severa quella nostra valutazione”. tmnews

Condividi