Eurozona, crollo del Pil: -11,8% nel secondo trimestre

Nel secondo trimestre del 2020, ancora segnato da misure di contenimento legate al Covid-19 nella maggior parte degli Stati membri, il Pil destagionalizzato è diminuito dell’11,8% nell’area euro e dell’11,4% nell’Ue rispetto al trimestre precedente.

Sono i dati Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea. Si tratta di gran lunga del calo maggiore dall’inizio delle serie temporali nel 1995. Nel primo trimestre del 2020, il Pil è diminuito del 3,7% nell’area euro e del 3,3% nell’Ue . Per l’Italia il dato è di -12,8%. ansa europa

Condividi