Il peggior governatore d’Italia: problema di Roma è la Raggi

“Noi continueremo a combattere per non regalare nulla alla destra di Salvini. In vista delle elezioni, sostenete le candidature del Pd. E’ un appello che faccio a tutti gli italiani e sono contento della coerenza dimostrata dal Pd. Ripeto, l’obiettivo è combattere le destre di Salvini ovunque“. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti (peggior governatore d’Italia nella classifica del Sole 24 ore, ndr) che ha partecipato questa mattina all’avvio della campagna ‘Test scuola sicura’, presso la Casa della Salute di Torrenova, a Roma. Poi, sulla ricandidatura di Virginia Raggi a sindaco di Roma: “Nessun appoggio alla Raggi, che in questi anni è stata il principale problema di Roma”.

“Il mio pensiero è conosciuto e credo sia opinione di tutto il Pd. Roma ha bisogno di un cambiamento, di voltare pagina – ha evidenziato – serve una grande alleanza che ridia alla Capitale quello che merita e questo non coincide con l’attuale sindacatura che credo sia stata il principale problema di Roma in questi ultimi anni”.

“In tutta Italia il Pd sostiene i candidati presidenti che sono l’unico argine alle vittorie delle destre di Salvini. Rispettiamo il dibattito del M5S – ha detto Zingaretti – ma comunque andremo avanti a combattere e sosterremo tutti coloro che vogliano governare bene le regioni per non regalarle a Salvini. Ci metteremo la faccia. Sono contento della coerenza del Pd che sostiene un governo e sostiene nei territori le uniche candidature in grado di fermare le destre. E’ un appello che faccio a tutti”.

Voto disgiunto? “Credo che nei sistemi maggioritari – ha aggiunto Zingaretti – a turno unico sia logico far prevalere il sostegno all’unica candidatura che possa vincere. Le uniche a poterlo fare sono le alleanze pluralistiche, liste civiche, sinistra e centrosinistra che sostengono il Pd. Obiettivo primario è sempre fermare le destre. Mancano pochi giorni, è necessaria una mobilitazione generale”. ADNKRONOS

Condividi