Cirinnà, arrestato anche il nipote. Lei prende le distanze: ‘responsabilità personali’

In manette 28 persone, fra cui i due parenti della parlamentare del Pd. Erano parte di un giro di strozzini in cui ci sono anche clan della camorra. Lei prende le distanze: «Le responsabilità penali sono personali».

Il commento di Monica Cirinnà sul coinvolgimento del fratello: «Apprendo con amarezza e dolore che mio fratello sarebbe coinvolto in un’inchiesta giudiziaria. So pochissimo della sua vita travagliata, benché abbia sempre cercato di aiutarlo a mettere sulla giusta via la su a esistenza. Il fatto che avesse accolto in casa nostro padre novantenne mi aveva fatto sperare in un ravvedimento. Se così non fosse ne sarei addolorata e profondamente delusa. Mi auguro che la sua posizione venga chiarita al più presto. Per quanto mi riguarda considero la responsabilità penale personale, così come personale è il dolore che provo in questo momento».

Condividi