Casellati: Napolitano risorsa e modello di riferimento della Repubblica

foto Ansa

“Desidero farLe pervenire i più sinceri auguri. Il Suo ruolo di garante della Costituzione e delle istituzioni democratiche della nostra Repubblica è stato e sarà sempre una risorsa e un modello di riferimento. La Sua fermezza, il Suo rigore morale e il Suo equilibrio, anche nei momenti di maggiore difficoltà per il nostro Paese come quello che stiamo vivendo, sono un esempio e un incoraggiamento per quanti esercitano funzioni pubbliche”.

Lo ha scritto il presidente del Senato Elisabetta Casellati in un messaggio inviato al Presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione del suo 95esimo compleanno.

“Palamara agiva sotto dettatura di Napolitano e Mattarella”

“Le pagine più nere dell’Anm e del Csm sono state scritte alla luce del sole”. Marco Travaglio commenta a modo suo le vicende di Luca Palamara e delle toghe, ovvero con badilate di fiele e fango. Secondo il direttore del Fatto quotidiano, l’ex potentissimo magistato “spesso agiva sotto dettatura del Colle, con Napolitano e pure con Mattarella“. Non mancano poi i riferimenti…

“Napolitano, Palamara e la mafia: diteci chi sta mentendo”

Palamara ricevette un incarico per mediare? Cioè, egli doveva tentare di convincere i togati siciliani a lasciare in pace il Quirinale

Ingroia: Di Matteo dice la verità, Napolitano chiese mediazione con Palamara

“Anche in questo caso Nino Di Matteo dimostra di avere buona memoria al contrario del ministro Bonafede, ricordando un episodio da me, peraltro, raccontato. Fu per me stupefacente che in pieno scontro col Quirinale per il famoso conflitto di attribuzioni, il Capo dello Stato, presidente Napolitano, mi mandasse un’ambasciata attraverso il Direttore di Repubblica Ezio…

Trattativa Stato-mafia, De Magistris: “Fui allontanato da Napolitano e Mancino”

Napolitano e Mancino mi hanno fatto fuori, perché fino a quando indagavo su Berlusconi, mi facevano l’applauso

Scandalo Csm, Palamara: “Casellati al Senato, tu presidente terza e settima commissione”

Condividi