Coronavirus, Fox News: ‘Rapporti intelligence avvertirono governo italiano a fine 2019’

di Marco Liconti – Il governo italiano fu avvertito da alcuni rapporti di intelligence del rischio di pandemia, poco dopo che l’emergenza coronavirus esplose in Cina, ma la questione venne ampiamente sottovalutata. A lanciare l’accusa è il sito di Fox News, in un lungo articolo dedicato all’emergenza italiana, citando un “esperto di sicurezza che fa base a Roma” che ha chiesto di mantenere l’anonimato, perché “non autorizzato a parlare in pubblico” della questione.

Secondo la fonte, riporta l’edizione online di Fox News, emittente vicina alla Casa Bianca, “rapporti di intelligence allertarono il governo della potenziale pandemia pochi giorni dopo che questa si infiltrò in Cina alla fine dello scorso anno. Ma passarono settimane prima che qualsiasi azione seria venne presa a Roma”. Secondo la fonte citata da Fox News, l’idea generale era “che era un problema cinese, che non sarebbe arrivato qui”.

FONTI INTELLIGENCE – In relazione alla notizia, riportata dalla televisione americana Fox News, su presunte informazioni che sarebbero state girate dagli 007 Usa al governo italiano a fine 2019 nelle quali si metteva in allarme sul rischio pandemia in Cina, fonti di Intelligence italiane all’Adnkronos “smentiscono categoricamente di avere mai ricevuto dai colleghi dell’intelligence statunitense alcuna notizia sulla potenziale pandemia originata in Cina alla fine dello scorso anno”.  adnkronos

Invece lo sapevano tutti, anche in Francia!

Condividi