Coronavirus, Conte: “decreto non sarà sufficiente, danni seri e diffusi”

In attesa delle misure per fronteggiare le ricadute del coronavirus che il Cdm si appresta a varare stamani, il premier Giuseppe Conte avverte, in un’intervista al Corriere della Sera, che “questo decreto non sarà sufficiente”, che i danni dell’epidemia saranno “seri e diffusi” e servirà un piano di ricostruzione.

Conte, che auspica un coordinamento europeo sul piano sia sanitario che economico, segnala che il picco dell’epidemia non è ancora stato raggiunto e queste sono le settimane più rischiose in cui serve massima precauzione. REUTERS

“Siamo tutti Europei”? Vediamo!
Conte adotti le stesse misure tedesche! 500 miliardi anche per l’Italia

Conte adotti le stesse misure tedesche! 500 miliardi anche per l’Italia

Condividi