Lear Corporation, 250 esuberi a Grugliasco: produzione va in Turchia

Il prossimo 30 marzo scadrà la cassa integrazione per i lavoratori della Lear Corporation di Grugliasco, in provincia di Torino, azienda che produce sedili per automobili. Da quel giorno non ci saranno più ammortizzatori sociali per i circa 250 dipendenti, che rischiano così di trovarsi senza lavoro.

Lear Corporation, 250 esuberi: la protesta – Per questo motivo lunedì 17 febbraio i lavoratori della Lear Corporation hanno manifestato davanti all’Unione Industriale di Torino, facendo sentire la loro rabbia. L’azienda ha dichiarato 250 esuberi, persone che se non si troverà una soluzione rimarranno senza un lavoro. Molti di questi hanno superato i 50anni e difficilmente potranno trovare un’altra occupazione.
Lear Corporation, i lavoratori: ”La produzione di sedili va in Turchia”

Come confermato dagli stessi dipendenti nel servizio di Gioele Urso per TorinoToday, si tratta di personale specializzato nella realizzazione di sedili, che fino ad oggi si è occupato di quelli per le Maserati che vengono prodotte a Mirafiori e a Grugliasco: “Il problema è che la produzione è crollata. Lavoriamo pochi giorni al mese. Inoltre FCA ha indetto un bando per la produzione dei sedili per la 500 elettrica, ma il lavoro è stato assegnato a un’azienda che produce sedili per FCA in Turchia e che si è insediata in uno stabilimento torinese dove assemblano solamente i sedili. Li presellano in Turchia e questo ha fatto sì che loro abbiano un costo molto inferiore rispetto al nostro”, racconta Valter Giorda, un lavoratore della Lear Corporation che è anche nel direttivo della UILM.

http://www.today.it

Condividi