Caporalato, misure cautelari per quattro marocchini

Tre euro all’ora per 11 ore di lavoro nelle vigne. Era questa la vita di alcuni migranti secondo quanto accertato da un’indagine dei carabinieri del lavoro di Venezia, Padova e Rovigo che ha portato all’emissione di 4 misure cautelari con l’obbligo di dimora. L’accusa, nei confronti dei caporali, quattro cittadini marocchini, è di aver costituito un’associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della manodopera.

Le indagini hanno accertato che i migranti che venivano impiegati nei vigneti, alcuni dei quali senza permesso di soggiorno, lavorano senza alcun dispositivo di protezione individuale e senza nessuna protezione assicurativa o previdenziale. Erano, di fatto, “fantasmi” a servizio della produzione vinicola locale.  tgcom24.mediaset.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi