Sbarchi ‘fantasma, 13 arresti. Migranti pagavano 6000 euro a testa

foto archivio

Maxi operazione internazionale contro il traffico di migranti e il fenomeno dei cosiddetti sbarchi “fantasma”, con 13 arresti tra Italia (7) e Grecia (6). Le indagini, condotte dal G.I.C.O. del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Lecce con il supporto dello S.C.I.C.O., durate un anno, hanno dimostrato l’esistenza di due cellule criminali specializzate nel favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, una italiana ed una greca in costante e diretto collegamento tra loro che hanno permesso l’arrivo in Italia di centinaia di migranti negli ultimi mesi pagando la cifra di almeno 6 mila euro pro-capite.

Le fiamme gialle di Lecce hanno ricostruito minuziosamente ogni ‘passaggio’ delle vittime tra trafficanti, scafisti e reclutatori. Oltre 100 i finanzieri impegnati – in sinergia con la Polizia e la Guardia Costiera greche e personale Europol (European Migrant Smuggling Centre), con il coordinamento di Eurojust (Paesi Bassi), della Direzione nazionale antimafia e della Direzione distrettuale antimafia – in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare richiesta dai magistrati della Dda in seguito ad altrettanti provvedimenti restrittivi emessi dalla procura di Atene.

I dettagli dell’operazione, denominata “Sestante”, saranno resi noti nel corso di un incontro con la stampa in programma alle ore 10:15 nella sede del Comando provinciale della Guardia di finanza di Lecce, alla presenza del Procuratore della Repubblica di Lecce. L’incontro si svolgerà in contemporanea ed in collegamento video con la sede di Eurojust in Olanda: parteciperanno anche i vertici di Europol. affaritaliani.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi