Sfregia la compagna con cocci di bottiglia, nigeriano allontanato da casa

Condividi

 


Catania – I carabinieri del nucleo radiomobile hanno arrestato un nigeriano di 31 anni, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate, reati commessi nei confronti della compagna connazionale 26enne.

L’episodio di violenza è accaduto all’interno di un’ abitazione di via Grotta Magna dove l’uomo ha aggredito la giovane compagna colpendola in diverse parti del corpo con calci e pugni, ferendola con dei cocci di bottiglia. La sventurata, per fortuna, è riuscita a chiedere aiuto al 112 consentendo l’intervento sul posto dell’equipaggio della gazzella che ha bloccato l’energumeno intento ancora a strattonare e minacciare la donna, soccorsa e trasportata in ambulanza all’ospedale Garibaldi Centro. I medici del pronto soccorso le hanno diagnosticato un “trauma facciale e cranico con ecchimosi e contusioni in varie parti del corpo” ed applicato dei punti di sutura, conlesioni giudicate guaribili in 15 giorni.

L’arrestato, trattenuto inizialmente in camera di sicurezza, è stato ammesso al giudizio per direttissima, al termine del quale il giudice ha applicato al medesimo l’allontanamento dalla dimora familiare, ed il divieto di avvicinamento alla parte offesa.



www.cataniatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -