Danno allo Stato da 200 mln, inchiesta su dirigenti Agenzia Farmaco

Condividi

 

ROMA, 14 NOV – Avrebbero imposto delle limitazioni alla prescrivibilità di un farmaco più economico per curare alcune malattie oculari, provocando un danno all’erario dello Stato di 200 milioni, pari ai maggiori costi sostenuti dal Servizio sanitario nazionale.

E’ l’accusa contestata ad alcuni membri dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, tra cui dirigenti e componenti pro tempore della Commissione consultiva tecnico scientifica. La Guardia di Finanza sta notificando ai soggetti coinvolti nell’indagine della Corte dei Conti del Lazio un invito a dedurre. ansa

Aifa, Giulia Grillo nomina Bonaccini (Pd) presidente ad interim
Aifa. Grillo firma nomine nuovo Cda, che sarà subito operativo. Bonaccini presidente ad interim La presidenza ad interim di Aifa è affidata al presidente della Conferenza delle Regioni. Sono stati...
Diciotti, presidente Aifa si dimette per solidarietà ai clandestini
ROMA, 25 AGO – Il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco, Stefano Vella, ha presentato le dimissioni al ministro della salute Grillo e alla conferenza delle Regioni per la vicenda Diciotti....
Caos vaccini: Aifa e Codacons si querelano a vicenda
Ciò che l’Aifa finge di non capire è che l’azione del Codacons è semplicemente tesa alla ricerca della massima informazione possibile in favore delle famiglie...
Stipendi d’oro dei manager pubblici: 767mila euro al direttore dell’Aifa
  Torna a galla la tematica delle retribuzioni d’oro dei manager pubblici. Stavolta la polemica investe Luca Pani, Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco. Come riportato dai media e in...

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -