Malta, migranti in rivolta: edifici e auto in fiamme

Condividi

 

Hal Far, Malta, October 21, 2019. REUTERS/Darrin Zammit Lupi

LA VALLETTA – Cinque auto ed alcuni edifici sono stati dati alle fiamme nella notte per una rivolta scattata ieri sera nel centro di detenzione migranti di Hal Far, a Malta, per ragioni ancora non chiare. La sommossa è stata sedata dopo le 4 dai reparti di pronto intervento della polizia maltese e stamani i reparti delle forze dell’ordine si sono allontanati dal centro, da dove si alzano però ancora colonne di fumo.

Per ore i migranti reclusi nel centro, oltre il limite della capienza nonostante l’estensione degli alloggi con un campo di tende, hanno tirato pietre e oggetti divelti nelle baracche, che sono state devastate. Alcuni alloggi sono stati dati alle fiamme, così come cinque auto appartenenti ad impiegati del centro. Anche un’auto della polizia è stata danneggiata.



Da mesi i migranti dei centri chiusi di Malta protestano contro le condizioni ed i tempi di detenzione. I tafferugli di ieri notte sono stati però di gran lunga più gravi. Secondo quanto riportato dai media maltesi, la scintilla della rivolta di ieri sarebbe stato il rifiuto alla richiesta di un gruppo di migranti detenuti di essere trasferiti in uno degli Open Centre. ANSAMED

 Altre foto  QUI  »



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -