“No voto subito”, la grillina Marcozzi paragona le elezioni alle Olimpiadi

Mi sono un po’ stancata di sentire che oggi “il parlamento non rispecchia il paese reale”. Al di là dell’opportunità o meno di tornare alle urne… perché non tornare a “elezioni subito”?, scrive la grillina Sara Marcozzi su Facebook.

“Immaginate un campione sportivo. Immaginate, che ne so, Federica Pellegrini che vince il campionato italiano di nuoto, vince gli europei e vince i mondiali. E poi, galvanizzata dalle vittorie recenti, chiede “Olimpiadi subito” e pretende che si svolgano prima che siano trascorsi i consueti 4 anni. Semplicemente non si può. Non sono quelle le regole del gioco e non puoi imporre una competizione, sportiva o elettorale, quando pensi di essere al top della tua forma… fisica o politica.
Tutto qui.”

E conclude: “Gli italiani si sono già espressi e la legislatura dura 5 anni. Le priorità del nostro paese e i bisogni dei cittadini li conosciamo. Abbiamo voglia di affrontarle e risolverle? Si? Allora facciamolo, che si tratti di confrontarci con Lega o con PD (a mio avviso, due facce della stessa medaglia).
Non possiamo permetterci di perdere altro tempo.”

Condividi