Traffico di clandestini, Corte d’Assise: eritreo in carcere non e’ Mered

Condividi

 

L’uomo arrestato in Sudan ed estradato nel 2016 in Italia non e’ il capo di una delle maggiori organizzazioni criminali che gestiscono il traffico di migranti A stabilirlo e’ la corte d’assise di Palermo: secondo i giudici si tratta di uno scambio di persona L’imputato non e’ il “generale”, come veniva definito dai trafficanti, ma Medhanie Tesfamariam Bere, un falegname.

Nel 2016 magistrati italiani invece erano certi che si trattasse del trafficante ricercato da anni. Mered Yehdego, 35 anni, secondo i magistrati aveva un grosso “spessore criminale” e per anni sarebbe stato impegnato nella “incessante attività nell’organizzazione di viaggi via mare verso le coste siciliane”

Ora è tutto ribaltato.

Trafficante di clandestini su Facebook: “in Italia l’uomo sbagliato”


Nei messaggi mandati su Facebook il boss eritreo dice che il suo connazionale che andrà a processo a Palermo è vittima di uno scambio di identità

Traffico di esseri umani: eritreo a giudizio


  PALERMO, 21 SET – Il Gip Alessia Geraci ha rinviato a giudizio Mered Yehdego Medhane, l’eritreo arrestato lo scorso maggio in Sudan dalla Procura di Palermo con l’accusa di essere uno dei trafficanti di esseri umani più pericoloso al mondo. Il processo comincerà il 16 novembre 2016, davanti alla quarta sezione penale del Tribunale […]

Bbc, l’eritreo estradato non e’ il boss del traffico di migranti


  Londra – L’eritreo materialmente estradato in Italia dal Sudan non sarebbe Mered Medhanie, il 35enne ritenuto uno dei piu’ importanti capi delle organizzazioni criminali specializzate nel traffico di migranti. E’ quanto sostiene la Bbc citando la testimonianza di amici del connazionale estradato che si chiamerebbe, Mered Tesfamarian, quasi omonimo del ricercato e sarebbe rimasto […]

Ha portato 8000 clandestini in Italia, arrestato boss eritreo


  Palermo, 8 Giugno 2016 – E´stato estradato in Italia, dalla Repubblica del Sudan, Mered Yehdego Medhane, l’eritreo 35enne ritenuto tra i principali boss della tratta di migranti. L´operazione è frutto di una lunga, proficua e riservata collaborazione tra i servizi di intelligence del Sudan, supportati da elementi della National Crime Agency del Regno Unito, […]

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -