In arrivo un milione di posti di lavoro. Landini: governo inverta la rotta

Tra giugno e luglio dovremmo registrare quasi 934 mila nuovi ingressi nel mercato del lavoro, secondo le previsioni di assunzione programmate dagli imprenditori italiani. Tra questi, 2 su 3 (il 66 per cento) troveranno lavoro in una piccola impresa con meno di 50 dipendenti. E a grande sorpresa, tra le 4 ripartizioni geografiche presenti nel nostro Paese, il Sud farà segnare il maggior numero di neo assunti: 258.200, pari al 27,6 per cento del totale.

Ira di Landini (Cgil) —  Il governo cambi rotta o il sindacato non esclude uno sciopero generale in autunno. E’ quanto ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, in occasione della manifestazione unitaria sul pubblico impiego.

“Non escludiamo nulla. Chiediamo che si cambi la politica economica e sociale di questo paese: se il governo continua a non ascoltarci noi non escludiamo nulla, valuteremo tutte le iniziative sindacali da mettere in campo per ottenere risultati”, ha risposto Landini a chi gli chiedeva se i sindacati fossero pronti a indire uno sciopero generale in autunno, aggiungendo che è necessaria una legge di bilancio “completamente diversa”

.”Siamo qui per chiedere un cambiamento vero – ha proseguito il leader della Cgil – se il governo vuole cambiare ha bisogno dei lavoratori e della loro intelligenza.  (askanews)

Condividi