Svezia, vescovo Brunne: ‘mi sento piu’ vicina ai musulmani che ai cristiani’

Condividi

 

Svezia – Bufera sul vescovo di Stoccolma Eva Brunne che ha affermato di avere più cose in comune con i musulmani che con la destra cristiana. Il primo vescovo apertamente lesbica della Svezia ha acceso forti polemiche con le sue dichiarazioni e molti credono che abbia tradito i valori cristiani.

Mentre discuteva degli atteggiamenti delle varie religioni verso la dignità umana nel programma “People and Faith” della radio svedese, Eva Brunne ha sottolineato che tutte le persone create da Dio hanno lo stesso valore. “La democrazia e la dignità umana sono correlate e penso che la democrazia stia meglio con la diversità, perché poi tutti dobbiamo pensare a ciò che siamo e con chi stiamo vivendo. In effetti, tutti abbiamo lo stesso valore, anche se non parliamo la stessa lingua, preghiamo Dio allo stesso modo e viviamo insieme nello stesso paese “, ha detto la Brunne.



Brunne sosteneva che il concetto di valori cristiani è stato ‘rubato’ dai populisti.
“A volte ho più cose in comune con i musulmani che con la destra cristiana”, ha continuato, ed il presentatore del programma ha risposto con un “Whoa”.

Brunne ha anche sostenuto che solo una “piccola minoranza” di tutti i musulmani è terrorista. Inoltre, sosteneva che l’estremismo esiste in tutte le religioni e faceva riferimento alle crociate cristiane e ai processi alle streghe. Brunne ha sottolineato che lei stessa non vuole essere associata alla destra cristiana.

Le dichiarazioni del vescovo hanno scatenato forti reazioni online. “Ho avuto un momento difficile dopo quello che ho sentito alla radio e ho dovuto ascoltare ancora una volta online per accertarmi di non aver sentito male o di aver frainteso. Purtroppo ho sentito bene”, ha scritto l’ex democratico Thoralf Alfsson nel suo blog.

“Perché Brunne non si converte? Basta indossare una tenda e provare a diventare un imam”, ha scritto la blogger, scrittrice e giornalista Katerina Janouch.

“La maggior parte dei cristiani non ha nulla in comune con Brunne …”, ha twittato un utente di nome Maya Pinyon.

Il vescovo Brunne ha già fatto notizia proponendo di sostituire il crocifisso, nella Chiesa dei Seamen di Stoccolma, con una freccia rivolta verso la Mecca per segnalare l’inclusività della chiesa.

Brunne è anche nota per le sue campagne partigiane per i socialdemocratici di sinistra e contro i democratici svedesi di destra.   sputniknews.com



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -