Roma: 50enne massacrata di botte e stuprata, arrestato romeno

Condividi

 

Choc al Gianicolo, donna violentata e massacrata di botte da un clochard in uno stabile abbandonato in via delle Fornaci. La vittima, anche lei una senza fissa dimora, è stata prima colpita con un tubo metallico e ferita con un coltello e poi stuprata. Arrestato l’aggressore. I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino romeno di 47 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, con le accuse di violenza sessuale e lesioni personali.

L’uomo, tre notti fa, ha avvicinato una donna, una senza fissa dimora polacca di 50 anni, nella corte interna di uno stabile in disuso ubicato in via delle Fornaci, luogo dove abitualmente si rifugiano i clochard per trascorrere la notte, molestandola pesantemente. Per vincere la resistenza della vittima, il 47enne non ha esitato a colpire la donna con un tubo metallico e a ferirla con un coltello.



Dopo essere stata medicata all’ospedale “Santo Spirito”, dove i sanitari le hanno diagnosticato lesioni guaribili in 15 giorni, la donna è stata accompagnata al Comando Stazione Carabineiri Roma San Pietro dove ha sporto denuncia dei fatti descrivendo minuziosamente il suo aggressore. I militari si sono immediatamente messi sulle tracce dell’uomo che è stato individuato in via della Stazione di San Pietro. Bloccato e portato in caserma, il 47enne è stato riconosciuto dalla vittima e, nel corso della perquisizione, trovato ancora in possesso del tubo metallico e del coltello con cui aveva ferito la donna.

Il cittadino romeno è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.  www.affaritaliani.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -