Viterbo: commerciante ucciso in negozio, il fermato è 22enne di origini coreane

Condividi

 

Disposto un decreto di fermo nei confronti dell’uomo di 22 anni accusato della morte di Norveo Fedeli, il commerciate di Viterbo ucciso lo scorso venerdì nel suo negozio. Nei confronti del giovane le accuse sono di omicidio volontario e rapina. Il provvedimento è stato disposto perchè, tra l’altro, c’era pericolo di fuga.

Il giovane fermato si chiama Pang Michael Aaron, ha origini coreane e passaporto americano. “Il risultato ottenuto è frutto di un esemplare lavoro di collaborazione tra le varie forze dell’ordine. Una sinergia efficace che non nasce certo con questa indagine ma che rappresenta una consolidata modalità operativa”. Ha affermato il procuratore di Viterbo, Paolo Auriemma commentando gli sviluppi della vicenda legata all’omicidio del commerciante.



Pang Michael Aaron era arrivato in Italia regolarmente circa due mesi fa. L’uomo, che sarebbe un grafico pubblicitario e viveva in un Bed and Breakfast nel vicino Comune di Capodimonte, era stato tre volte all’interno del negozio. Nei due precedenti episodi aveva provato a pagare invano dei vestiti con una carta di debito che è risultata prima scoperta e poi bloccata. la terza volta, ieri, ha ucciso il commerciante con uno sgabello, portando via il suo portamonete ed alcuni vestiti. Il 22enne era arrivato in Italia in aereo da un Paese dell’area Schengen. ansa



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -