Atac follia: 70 bus in arrivo, ma sono già vecchi. La beffa arriva da Israele

Condividi

 

Già arrivati e pronti per l’uso, con tanto del 16% del totale, circa 500mila euro, pagato a titolo di acconto, ma impossibilitati da andare in strada. È l’ultima follia firmata Atac, che, secondo quanto spiegato dalla consigliera capitolina Pd Ilaria Piccolo, avrebbe 70 bus noleggiati da Tel Aviv fermi ai box. Nonostante debbano ancora entrare in servizio, i mezzi hanno infatti circa 8 anni e sono Euro 5 e non Euro 6. Impossibile quindi immatricolarli.

Già pronta un’interrogazione urgente dei Dem, con la Piccolo che tuona: “Raggi e Meleo vengano in Aula a spiegare quello che si prefigura come l’ennesimo danno perpetrato nei confronti di Roma e dei suoi cittadini”.



Nel pomerggio la replica di Atac, che non smentisce il pasticcio dell’immatricolazione ed anzi conferma lo stallo. Negando al tempo stesso eventuali danni economici per l’azienda dei trasporti romani: “In relazione a notizia di stampa riferite al noleggio di 70 bus provenienti da Israele, Atac precisa che l’azienda non corre alcun rischio economico per la fornitura – si legge in una nota Atac – I corrispettivi finora versati al noleggiatore sono infatti coperti da specifica polizza di garanzia.Relativamente all’immatricolazione delle vetture a noleggio, il fornitore sta provvedendo, a sua propria cura ed onere, alla finalizzazione di quanto necessario per mettere in strada le vetture come previsto dal contratto”.

www.affaritaliani.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -