Ospedale Lodi: farmacista egiziana per le donne musulmane

Condividi

 

Lodi – L’Azienda Farmacie Comunali di Lodi ha introdotto sperimentalmente la presenza di una farmacista egiziana nel punto vendita presso l’Ospedale Maggiore di Lodi. Il suo compito è di fare da mediatrice culturale, soprattutto nei confronti dell’utenza femminile di tradizioni islamiche che potrebbe trovarsi a disagio nel dover parlare di determinate patologie con un farmacista uomo o semplicemente con un diverso approccio culturale.

La presenza, per ora, è stata fissata per otto ore al giorno ogni giovedì. Lo hanno annunciato il sindaco di Lodi Sara Casanova (Lega) e il presidente di Afc, Azienda farmacie comunali, Oscar Ceriani.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -