USA, deputata musulmana ‘democratica’: impeachment per il figlio di puttana

Condividi

 

Il 116 ° Congresso, che ha giurato giovedì, ha fatto la storia. Comprendeva le prime donne musulmane e native americane elette al Congresso, due delle donne più giovani, un numero record di donne nel complesso, ed è diventato il corpo legislativo più diverso in America, con tutte le conseguenze del caso.

E la nuova classe dirigente ha subito dimostrato di non essere da meno degli establishment democratici degli ultimi anni, Clinton in testa: animati unicamente dall’odio e dalla volontà di combattere Trump.



Tra loro c’è stata la parlamentare del Michigan, Rashida Tlaib, che ha alcune parole forti contro il presidente. Parlando a un evento poco dopo aver prestato giuramento, Tlaib, prima deputata palestinese eletta al Congresso, ha ricordato una conversazione che ha avuto dopo aver vinto.

Ha detto: “E quando tuo figlio ti guarda e dice: ‘Mamma, guarda, hai vinto. I bulli non vincono, ‘e io ho detto’ Baby, loro no ‘- perché entreremo là e metteremo sotto impeachment il figlio di puttana.” , cioé Trump, una specie di ossessione portata avanti durante tutta la sua campagna elettorale.

Tlaib è stata criticata rapidamente dai repubblicani per la sua inciviltà, ma secondo i sostenitori di sinistra è esattamente il tipo di opposizione che Trump merita.



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -