Suicidio in carcere, detenuti appiccano il fuoco nelle celle

Condividi

 

TRENTO, 22 DIC – Una violenta protesta è scoppiata oggi nella Casa circondariale di Spini di Gardolo a Trento in seguito al suicidio, la scorsa notte, di un detenuto di 32 anni.

I detenuti – informa il commissario del governo di Trento Sandro Lombardi – si sono barricati nelle celle e nei corridoi appiccando il fuoco a delle suppellettili. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine con vigili del fuoco e sanitari del ‘118’.



Dopo la conclusione della protesta, una delegazione di detenuti ha accettato di incontrare la direttrice della Casa circondariale, il questore e commissario del governo di Trento lamentando problemi relativi ai servizi sanitari e alla richiesta di permessi. Un altro suicidio si era verificato a Trento un mese fa: un cittadino nigeriano si era tolto la vita appena rientrato dal Tribunale dove era stato condannato con l’accusa violenza sessuale di gruppo e rapina. (ANSA)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -