Milano, racket case occupate: 9 attivisti centri sociali arrestati per associazione a delinquere

Condividi

 

MILANO, 13 DIC – Colpo al racket delle occupazioni abusive nelle case popolari di Milano. I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 9 persone – 7 italiani, 1 colombiano ed 1 peruviano – appartenenti all’area antagonista milanese, ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata all’occupazione abusiva di immobili di proprietà pubblica e alla resistenza a pubblico ufficiale. Tra gli arrestati anche uno studente modello.

I militari del comando provinciale di Milano stanno eseguendo le notifiche in appartamenti di edilizia popolare in zona Giambellino. E’ in corso il sequestro di nove abitazioni di proprietà dell’Aler (Azienda Lombarda Edilizia Residenziale) occupati abusivamente.



Nel corso dell’intervento sono stati messi i sigilli anche a un centro sociale, denominato “Base di solidarietà popolare” che si trova in via Manzano 4, nel quartiere Lorenteggio-Inganni. ansa



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -