Dopo la ‘bibitara’, la bagnina: Pamela Anderson nuovo idolo del Pd

Condividi

 

Della bibitara abbiamo parlato qui, ma ora i piddini hanno un nuovo idolo: la bagnina di Baywatch, cioé Pamela Anderson, la bionda della serie televisiva, che è scesa in campo contro le politiche migratorie di Salvini e la risposta ai gilet gialli del Presidente francese Macron.

L’attrice, atteggiandosi a esperta di politica, ha criticato duramente le posizioni del ministro dell’Interno italiano: “Salvini ha recentemente affermato che ‘Macron è un problema per i francesi’, il che significa che ciò che sta accadendo attualmente in Francia, con le proteste gilet gialli, è qualcosa che riguarda solo i francesi. Questo è sbagliato. La soluzione non è più Macron o più Salvini, che hanno bisogno l’uno dell’altro e si rafforzano a vicenda. La soluzione non può che essere un risveglio pan-europeo che attraversi i confini e le nazionalità, in grado di affrontare la profonda crisi economica, sociale ed ecologica dell’Europa oggi”.



E ancora “quello che sta accadendo in Francia in questi giorni è un problema europeo, nello stesso modo in cui le misure anti-immigrati e le slittate verso una nuova forma di fascismo in Italia sono un problema europeo”. Non solo, la Anderson ha aggiunto: “Pensieri dall’Italia. È un paese bellissimo e mi piace così tanto, dal suo cibo alla sua moda, dalla sua storia alle sue arti, ma sono molto preoccupata per le tendenze attuali che mi ricordano degli anni ’30“.

Dal web la richiesta a Pamela Anderson di candidarsi alle primarie del Pd

In tanti si sono resi ridicoli condividendo le frasi della Anderson e commendo positivamente le sue affermazioni. Qualcuno ha anche avuto la dabbenaggine di chiederle di candidarsi per le primarie del Partito democratico italiano o di unirsi all’Internazionale progressista. La sinistra moribonda, ormai priva di idee e riferimenti, celebra così i suoi funerali tra le onde di Baywatch.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -