Aumentano le infezioni ospedaliere, 7000 morti all’anno

Condividi

 

Decontaminazione non corretta e utilizzo eccessivo di antibiotici alla base delle infezioni ospedaliere che mietono più morti di quanto ne provochino gli incidenti stradali.

Puglia: medici ospedale Di Venere protestano: “Ferri chirurgici lavati a mano”  (tagli alla sanità)

Sono 7000 ogni anno i decessi per infezioni ospedaliere contro i 3500 avvenuti sulle strade. E’ l’allarme lanciato dagli esperti del settore nel corso del forum nazionale promosso dal Centro Studi Mediterranea Europa a Napoli.
“Il fenomeno è estremamente preoccupante”, ha sottolineato Massimo Clementi, preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università San Raffaele di Milano, che ha svolto una “Lectio Magistralis”. “Occorre capire quali sono i motivi di questo incremento, e mettere in atto tutte le politiche per arginarlo. Una modalità importantissima è quella della decontaminazione ambientale, ha puntualizzato Clementi, seguita da un intervento microbiologico tempestivo”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -