Lecco: migranti ubriachi mandano capotreno e due vigilantes all’ospedale

Un capotreno e due guardie giurate domenica sera sono stati aggrediti domenica sera in stazione a Lecco da un gruppo di una decina di stranieri. Il primo ad essere assalito –  scrive IL GIORNO –  è stato il capotreno intervenuto sull’ultima carrozza carrozza di coda di un regionale per Milano in partenza perché alcuni passeggeri ubriachi stavano tirando bottigliate contro le porte del vagone impedendone la chiusura. L’addetto di Trenord ha chiesto loro il biglietto, ma per tutta risposta uno del branco gli ha sferrato due pugni allo stomaco. Sul posto sono immediatamente accorsi due vigilantes che effettuano servizio di scorta e di sicurezza a bordo, ma anche loro sono stati trattati alla stessa maniera a cazzotti in faccia.

In particolare una delle guardie è stata ferita ad un sopracciglio riportando un profondo taglio perché pare che chi ha lo picchiato indossasse una sorta di anello tirapugni. I tre, che hanno 22, 33 e 55 anni, sono stati poi tutti soccorsi dai sanitari del 118 che li hanno accompagnati in ospedale all’Alessandro Manzoni.

Di quanto successo sono stati immediatamente avvisati gli agenti della Polfer e della questura, quando però i poliziotti sono arrivati in stazione gli stranieri erano già scappati. Si sta cercando soprattutto un giovane di colore intorno ai 25 anni di età, perché sarebbe stato lui ad aggredite capotreno e vigilantes.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -