Di Battista: “Se si vota mi candido”

Condividi

 

“Le dico una cosa che non ho mai detto: se si torna al voto mi candido”. Dopo essersi ritirato dalla politica e aver annunciato la ‘fuga’ di famiglia negli Usa Alessandro Di Battista torna sui suoi passi dichiarandosi pronto a tornare in campo nell’ipotesi di un ritorno alle urne.

“Ti assicuro che io ho tutto la voglia del mondo di finire il mio progetto di stare fuori dall’Italia ma – ha confessato l’ex deputato M5S a Gramellini, durante l’ultima puntata de ‘Le parole della settimana’ su Rai 3, – qualora il governo non dovesse nascere per veti o perché qualcuno si è messo di traverso al cambiamento io tornerei e penso di ricandidarmi perché mi sento in dovere di metterci la faccia”.

“Io non ho mai visto un governo che ancora non è nato ricevere così tante critiche – ha aggiunto Di Battista, commentando i pesanti attacchi al governo della stampa estera. In merito alle critiche rivolte al padre, invece, ha spiegato: “Per me è ridicolo che venga ripreso il testo di un libero cittadino ma io rispondo solo per quello che pubblico e dico io”. Riguardo a eventuali veti del Quirinale sulla lista dei ministri, infine, ha sostenuto: “Non è diritto del presidente della Repubblica porre dei veti politici o indirizzare politicamente un governo e un parlamento. Per aver detto questo mi hanno definito un eversore ma per me sono solo rumori di fondo”. ADNKRONOS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -