I terroristi islamici della porta accanto


Terroristi della porta accanto che vivono attorno a noi e allo stesso tempo organizzano attacchi. Sono quasi 100 gli espulsi nel 2017, una vera e propria emergenza che non può più essere ignorata.
Controlli capillari e costanti alle associazioni culturali islamiche, più uomini e mezzi alle forze dell’ordine, un’intelligence europea per mettere in comune le informazioni: sono queste le uniche soluzioni possibili di contrasto al terrorismo! La sicurezza dei nostri cittadini deve essere una delle priorità del nuovo Governo!

Lo scrive Luca Zaia su Facebook

Condividi