Incendio all’hotspot di Lampedusa: fermati quattro tunisini

AGRIGENTO. Quattro migranti tunisini sono stati fermati perché indiziati d’aver appiccato un incendio, lo scorso 8 marzo, in uno dei padiglioni dell’hotspot di Lampedusa.

L’inchiesta – scrive il Giornale di Sicilia – è stata condotta dalla squadra mobile di Agrigento. I fermati sono Baugugra Elabed di 26 anni; Sami Ben Ali di 41 anni; Omar Kasmi e Samah Chroudi entrambi di 20 anni.

Pensavano – secondo quanto è stato ricostruito dalla Mobile – che incendiando l’hotspot di contrada Imbriacola venissero accelerate le procedure di trasferimento e poi far perdere le proprie tracce. Alcuni migranti avrebbero ostacolato i vigili del fuoco per ritardarne l’intervento.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal


FIGO - Free Intelligent Go

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -