Palermo, militante di Forza Nuova legato mani e piedi e pestato in strada

PALERMO – Il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, è stato bloccato, legato mani e piedi e pestato a sangue da alcune persone con il volto coperto da sciarpe nella centrale via Dante, a Palermo.  L’uomo è stato portato in ospedale da un’ambulanza.

Secondo le prime informazioni l’aggressione è avvenuta nei pressi di Piazza Lolli. Ursino sarebbe stato accerchiato da una mezza dozzina di persone, vestite di nero e con i volti coperti da sciarpe o da passamontagna, il gruppo sarebbe stato ripreso da un telefonino. Il dirigente di Forza Nuova, titolare di un laboratorio di tatuaggi nella vicina via Marconi, è stato legato con del nastro da imballaggio, ha riportato contusioni al volto e una ferita alla testa. (corrieredelmezzogiorno.corriere.it)

L’odio seminato dalla Boldrini

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -