BCE: in vista di un crac finanziario dobbiamo prepararci al blocco dei conti correnti?

L’europarlamentare Mario BORGHEZIO, facendo seguito alle molte voci che si stanno susseguendo in Europa e nel mondo sulla possibilità di un crac finanziario causato dal peso dei derivati sul sistema bancario fa notare quanto risulta dalla recente analisi pubblicata in un recente documento (8 novembre) di 58 pagine della BCE.

(https:/www.ecb.europa.eu/ecb/legal/pdf/en_con_2017_47_f_sign.pdf)



Stranamente passata inosservata, tale analisi contiene rilievi in merito a quanto sopra e dice chiaramente che la BCE accetterebbe, a fronte dell’insolvibilità delle banche e dei governi, che una parte dei depositi bancari possa essere confiscata per evitare il fallimento e la bancarotta di alcune banche fra le più importanti. In effetti, si legge nel documento quanto segue: « Les déposants pourront avoir accès à une partie seulement de leurs avoirs en banque, afin de leur permettre d’assumer leurs dépenses quotidiennes, dans les cinq jours qui suivront leur demande »

In tale situazione sarebbero coinvolti tutti i conti correnti e non soltanto quelli dei depositanti cha hanno conti superiori ai 100.000 euro, diversamente da ciò che viene detto pubblicamente. Del resto vi é già la Direttiva Europea DRRB (Directive sur le redressment et la résolution des banques) che autorizza a bloccare i conti sopra i 100.000 euro. Cipro insegna…”

On. Mario Borghezio – – Deputato Lega Nord al P.E.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -