Torino: maxi rissa tra immigrati “credevamo che lo uccidesse”

Accoltellamento in corso Vercelli | rissa borgo aurora | sangue sui muri, faida tra spacciatori

Sono usciti dal locale e hanno regolato sul marciapiede vecchi conti lasciati in sospeso. Notte di paura, quella di sabato 7, in corso Vercelli e corso Emilia, quartiere Aurora.

Alcuni avventori di un circolo, molto frequentato da uomini e donne di origine africana, hanno cominciato a discutere animatamente, svegliando tutto l’isolato. Passando in pochi minuti dalle parole ai fatti. Due cittadini di nazionalità nigeriana si sono menati in strada, tanto che uno dei due è stato anche accoltellato dal rivale. “Credevamo che lo uccidesse” ha raccontato una donna che ha allertato il 118 e la polizia.

Il sangue ha imbrattato muri e serrande. E quando l’ambulanza è giunta sul posto si è trovata davanti uno spettacolo terribile. “Ci siamo ritrovati le macchie di sangue ovunque – accusa una commerciante -. Da giugno non è più vita. Ogni notte ne succede una”.

Alcuni residenti hanno provato, a loro modo, a farsi giustizia da soli affiggendo un volantino anonimo sulla serranda. Manifesto poi strappato dopo poche ore. Mentre a pulire le serrande dei negozi ci hanno dovuto pensare gli stessi esercenti.

www.torinotoday.it



   

 

 

1 Commento per “Torino: maxi rissa tra immigrati “credevamo che lo uccidesse””

  1. L’Italia sta diventando la raccolta di tutti i detenuti di cui si sono *alleggeriti” i paesi africani d’origine, non solo, ma è una prospettiva di carriera del crimine, aperta a tutti i giovani volenterosi del terzo mondo, che vi aspirano.

    Potremmo definire l”‘Italia una succursale delle carceri dei paesi extra-europei!

    Grazie Bergoglio, grazie Gentiloni per il luminoso futuro che avete in animo per il nostro Paese!!

    PRRRRRl

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -