Reato di propaganda fascista, al via discussione alla Camera

Torna alla Camera per essere discussa la proposta di legge firmata dal deputato Pd Emanuele Fiano sul reato di propaganda fascista e nazista. La proposta, che chiede l’introduzione dell’articolo 293-bis del codice penale, punta a punire “chiunque propagandi le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco”.

La norma estenderebbe la legge Scelba del 1952 e poi la Mancino del ’93, portando la legislazione a contemplare anche gesti individuali da punire, come il saluto romano o la diffusione di gadget (“produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli” del fascismo e del nazismo).

La nuova norma prevede inoltre “la reclusione da sei mesi a due anni” per questa fattispecie di reato, con “pena aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici”. adnkronos

Il sedicente antifascista Fiano (Pd)  ha detto ad che Internet è pericolosa perché non controllabile dallo Stato come gli altri media.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -