Immigrazione clandestina, algerino a capo di organizzazione criminale

CAGLIARI, 6 MAR – E’ un algerino, sposato con una sarda (anche lei arrestata) e da anni residente in Italia, il presunto capo del gruppo criminale che avrebbe favorito l’immigrazione clandestina nel Cagliaritano. Lo hanno scoperto gli investigatori della Squadra mobile, che questa mattina hanno arrestato sette persone.

L’algerino e gli altri complici fornivano di documenti falsi i connazionali che partivano da Annaba per aiutarli a lasciare la Sardegna. Venivano a volte avvisati dell’arrivo del barchino con i migranti, oppure il capo veniva contattato telefonicamente anche da sconosciuti affinché desse assistenza agli algerini. In cambio riceveva cento euro per un documento falso, ma per le altre prestazioni, dall’accoglienza all’assistenza per lasciare il territorio, il tariffario era più alto. Secondo quanto accertato dagli investigatori della Mobile, l’attività durava da alcuni mesi anche se sono stati individuati pagamenti già nel 2015. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -