Egitto, cristiano bruciato vivo da Isis

Condividi

 

Un cristiano egiziano è stato bruciato vivo dall’Isis nel nord-est del Sinai. Lo ha riferito una fonte della sicurezza egiziana precisando che presunti jihadisti dello Stato islamico hanno ucciso a colpi di arma da fuoco anche un altro copto. Le due uccisioni seguono minacce di colpire i cristiani egiziani fatte dall’Isis attraverso un video diffuso tra domenica e lunedì. (rainews.it)

Il copto che sarebbe stato bruciato vivo si chiamava Medhat Hana e aveva 45 anni. L’altra vittima è il padre, Saad, di 65. All’ANSA fonti della sicurezza si sono limitate a confermare che i corpi dei due copti sono stati ritrovati stamattina «dietro una scuola nel centro di Al Arish»: «uno era bruciato e l’altro era stato ucciso a colpi di arma da fuoco».

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -