Hollande contro Trump: “fa discorsi che incoraggiano il populismo”

I 7 capi di Stato e di governo dell’Europa mediterranea si sono ritrovati insieme, in separata sede, a Lisbona. Fra i vari argomenti, fra la crisi e la questione migratoria, il presidente francese François Hollande ha scelto di puntare il dito contro gli Stati uniti di Trump, forse anche con un retropensiero ai politici del suo paese:

I discorsi che sentiamo dagli Stati uniti, incoraggiano l’estremismo, il populismo e l’idea che l’Europa sia arrivata al capolinea, che non dovremmo più essere uniti, non dovremmo accogliere i rifugiati, dovremmo sconfessare l’accordo sul clima e dovremmo tornare al protezionismo. L’Europa non è protezionista e non è chiusa. Ha propri valori e principi.

Documentario – La Grande Truffa del Riscaldamento Globale

ONU: servono 5-7000 miliardi l’anno per la lotta al riscaldamento globale

Il fatto è che l’uscita del neopresidente americano, secondo cui la Brexit è una cosa meravigliosa , ha lasciato il segno. Ma, al mini vertice portoghese, hanno partecipato il Portogallo appunto, la Spagna, l’Italia, la Grecia, la Francia, Cipro e Malta, e Hollande è stato l’unico a menzionare Trump. euronews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -