Migranti gettano la spesa per la strada, scoppia l’ira dei residenti

 

Fanno le bizze come i bambini annoiati e gettano per la strada la spesa se nelle sporte non ci sono le bevande che vogliono loro o se il riso non è nella confezione che si aspettavano. Le due coppie di nigeriani e la donna in stato di gravidanza che convive con loro nella casa di via Po, hanno oltrepassato il limite, l’altro giorno.

La vicenda è raccontata dettagliatamente da corrierealpi.it  e i vicini di casa, quasi tutti anziani e con una pensione da fame, questa volta non hanno proprio retto l’affronto. La spesa che gli operatori avevano fatto per i migranti, provvedendo ai bisogni alimentari in base a una lista concordata con la dietista, è finita sparpagliata sulla strada, dopo un gesto di stizza.

cibo-migranti

Gli operatori hanno spiegato ai residenti di provvedere, in tutto e per tutto, ai bisogni primari degli ospiti che hanno tutto ciò di cui abbisognano. L’intervento più difficile che qualche volta non sortisce l’effetto sperato, è piuttosto quello sull‘aspetto “educativo” di giovani nigeriani, per natura e cultura poco inclini a iniziative semplici come quelle di tagliare l’erba e rassettare i cortili della casa assegnata, o di usare lo stendino, di cui sono stati dotati, anziché stendere tutti i panni, come fanno abitualmente in via Po a mo’ di retaggio africano, sulle reti di recinzione.

Stessa cosa con il cibo, hanno detto gli educatori: se si intestardiscono di volere l’aranciata o la coca cola al posto dell’acqua minerale o se non vogliono il riso normale perché si impuntano su un’altra qualità, inscenano delle eclatanti azioni di protesta, come quella di gettare gli alimenti sulla strada. Il processo di integrazione non è né breve né semplice, hanno spiegato gli operatori ai vicini di casa, nemmeno quando i migranti vengono rimproverati e anche minacciati di perdere il permesso di accoglienza.



   

 

 

3 Commenti per “Migranti gettano la spesa per la strada, scoppia l’ira dei residenti”

  1. A casa senza si e senza ma! E’ ora di finirla di fare i buonisti!

  2. minacciati di perdere il permesso di accoglienza?? Se non si trovano bene che ritornino a casa nessuno gli ha chiamati, è ora di finirla con questi buonissima, stanno vivendo con i nostri soldi senza assolutamente far niente, e non lo faranno!!!

  3. ebbene questi emigranti li rispediamo al loro paese cosi potranno mangiare e bere le cose che loro desiderano .

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -