Terrorismo islamico, pm: Maria Giulia ‘Fatima’ Sergio è pericolosa

 

Maria-Giulia-Sergio

MILANO, 26 OTT – Maria Giulia ‘Fatima’ Sergio, la prima foreign fighter italiana che si troverebbe in Siria da due anni a combattere assieme ai terroristi dell’Isis, “non è una pazza”, ha una “straordinaria pericolosità” e così come gli altri ‘soldati’ che hanno raggiunto i territori del sedicente Stato Islamico dall’Italia e da altri Paesi “fino a ieri viveva qui tra noi”.

Lo ha spiegato Maurizio Romanelli, ormai ex capo del pool dell’antiterrorismo milanese e ora procuratore aggiunto alla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo, nel corso della sua requisitoria nel processo milanese a carico della giovane, di origine campana e che viveva a Inzago (Milano), del padre Sergio Sergio, del marito di lei, Aldo Kobuzi, e di altre tre persone.

Fatima, come ha chiarito Romanelli, “ha approfondito le sue conoscenze” e “le cose che diceva” via Skype ai suoi familiari, le “diceva con a fianco un addetto della polizia religiosa dell’Isis”. La requisitoria terminerà nell’udienza del 16 novembre. (ANSA)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -