Gli USA rimuovono le sanzioni economiche contro la Costa d’Avorio

 

Ouattara-costa-avorio

La decisione degli Stati Uniti dei rimuovere le sanzioni economiche nei confronti della Costa d’Avorio può essere considerata una svolta storica dal paese africano. Oltre ad aprire nuovi scenari economici per il maggiore produttore di cacao a livello mondiale, la decisione restituisce infatti pienamente alla comunità internazionale un attore cardine dell’Africa occidentale.

Le sanzioni, imposte al paese africano sotto la presidenza di Georges W. Bush nel 2006, prevedevano un embargo sulle armi (quindi impossibilità di difendersi dal terroristi, che di armi ne hanno sempre in abbondanza) e il congelamento dei beni delle personalità politiche accusate di voler bloccare il processo di pace iniziato nel 2003. (sappiamo bene che cosa ntendono gli USA per processo di pace: sottomissione all’egemonia americana con la scusa di imporre la democrazia)

Lo scorso ottobre, il presidente Alassane Ouattara è stato rieletto per un nuovo mandato di cinque anni raccogliendo l’83 per cento dei voti al primo turno. Il voto, pur accompagnato da mille polemiche, ha confermato il percorso di sostanziale stabilizzazione avviato dal paese dopo la guerra civile del biennio 2010-11, scoppiata proprio a seguito della prima elezione dalla quale Ouattara era uscito vincitore e il cui risultato non era stato riconosciuto da Gbagbo. Adesso, però, sul tavolo del nuovo governo resta la necessità di “lanciare una difficile riforma agraria e di assicurare che i benefici della crescita economica siano avvertiti da tutta la popolazione ivoriana”

agenzia nova

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -