Renzi: ”Alla Siemens dico che a Milano e in Italia siete a casa vostra”

 

renzi-siemens

Un’area complessiva di 86mila metri quadrati che ospiterà 1.700 dipendenti in 32mila metri quadrati di uffici, tra nuovi e ristrutturati, realizzati secondo i moderni concetti di smart working, per un investimento totale di circa 40 milioni di euro. Sono alcuni dei numeri del progetto del nuovo quartier generale di Siemens Italia a Milano, i cui lavori dovrebbero terminare entro il 2018. Alla cerimonia di posa della prima pietra, posata simbolicamente da un drone, hanno partecipato i vertici del gruppo tedesco in Italia e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Il nuovo edificio sarà il centro di un progetto di riqualificazione urbanistica che prevede anche la ristrutturazione degli edifici esistenti, la realizzazione di un’area verde di 25mila metri quadrati, dove saranno piantati circa 400 alberi, con zone relax per i collaboratori e gli orti. Il progetto prevede inoltre il miglioramento della viabilità nel comprensorio di Via Vipiteno e la realizzazione di un nuovo impianto sportivo, due interventi concordati con il Comune di Milano.

Renzi nel suo intervento ha ringraziato il gruppo tedesco. ”Alla Siemens dico che a Milano e in Italia siete a casa vostra. Vi invito a portare qui i vostri centri di ricerca e le vostre idee. Sono convinto che l’Italia sia il più bel posto al mondo non solo per passare le vacanze ma per far crescere le idee e l’innovazione. Dopo anni di dubbi ora in Italia c’è la certezza di poter fare investimenti”.

Federico Golla, presidente e ad di Siemens Italia, ha sottolineato che “il nostro futuro quartier generale sarà un esempio di innovazione ed eco sostenibilità, portatore di investimenti per l’Italia e per Milano, la casa di Siemens in Italia da 117 anni. L’idea alla base è quella di dare ai nostri dipendenti e ai milanesi una sorta di città Siemens, che riassuma a 360 gradi la nostra filosofia di comunità del futuro, fatta non solo di lavoro, ma anche di condivisione, integrazione, scambio reciproco e tutela ambientale”. (AdnKronos)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -