UE, operazione anti-trafficanti Sophia: prelevati 25mila clandestini

 

Sono 87 i trafficanti fermati, 288 le imbarcazioni usate dai trafficanti neutralizzate, e 25mila le persone prelevate dall’inizio della missione europea anti-scafisti EunavforMed Sophia, ad oltre un anno dall’inizio delle sue attività. I dati sono stati diffusi da fonti Ue.

Intanto, dopo il via libera di ieri da parte del Comitato politico e di sicurezza, la missione guidata dall’ammiraglio Enrico Credendino si arricchisce di due nuovi compiti: l’addestramento di elementi della Marina e della Guardia costiera libiche, che punta alla formazione di un migliaio di ufficiali, ed il contrasto del traffico illegale di armi al largo della costa libica (come contributo all’attuazione dell’embargo Onu). Per questo secondo aspetto la Francia ha messo a disposizione il porto di Marsiglia, dove saranno scortate le navi trovate con armi a bordo.

Il programma di formazione si articolerà in tre pacchetti. A fine settembre si comincerà ad accogliere il personale libico a bordo di nave San Giorgio e di una nave che dovrebbe essere messa a disposizione dall’Olanda.

Poi a dicembre si prevedono viaggi formativi in centri di addestramento di Paesi membri come Grecia, Malta ed Italia. E dall’anno prossimo ci saranno i corsi a bordo delle loro unità. A selezionare i candidati per la formazione è il governo libico, con un successivo screening da parte della missione. Si è in attesa della lista dei primi ottanta nomi. Saranno principalmente ufficiali con almeno di due anni di anzianità.

L’attesa è che i guardacoste libici, una volta formati, siano in grado di contrastare meglio i traffici di esseri umani, di droga e di armi. Si conta di poterci arrivare già per la primavera prossima.

Per quanto riguarda secondo compito assegnato alla missione Sophia, ovvero il contrasto al traffico di armi, è attualmente in via di costituzione il quadro di intelligence. Quello che sembra piuttosto chiaro è che la maggior parte dei traffici partono da est per poi spostarsi verso Derna, Misurata e Bengasi.(ANSA).. ansa europa



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -