Polonia: iracheno arrestato per possesso di esplosivi

 

Un uomo di nazionalità irachena è stato arrestato per “possesso di esplosivi” a Lodz, città dell’area centrale della Polonia.

La portavoce della Procura locale, Beata Marczak, ha dichiarato che la quantità di esplosivi trovatagli addosso è “minima, non sufficiente a provocare un’esplosione”. Giovedì scorso l’iracheno, 40 anni, è stato interrogato da agenti dei servizi mentre la sua camera veniva perquisita.

L’iracheno è stato poi posto in stato di detenzione preventiva per due mesi. Al momento, fa sapere la Procura, “non vi sono elementi per accusarlo di terrorismo”. Ma rischia comunque otto anni di reclusione se dovesse essere riconosciuto colpevole di detenzione illegale di sostanze esplosive. Sull’arrestato è in corso un’inchiesta sotto la supervisione dell’Agenzia per la sicurezza interna polacca. Si indaga in particolare sulla sua identità, perché l’iracheno viveva in Polonia senza un indirizzo permanente, ha spiegato un portavoce del tribunale di Lodz.

Secondo il canale tv privato Polsat News, l’uomo aveva con sé delle note sui preparativi di “atti terroristici” il cui obiettivo sarebbero stati principalmente “esercizi commerciali francesi” in Polonia. In passato, riferisce ancora Polsat News citando fonti non ufficiali, l’iracheno ha vissuto per qualche anno in Svizzera, poi era stato respinto dalla Svezia arrivando in Polonia qualche settimana fa.

today.it

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -