Neonato ghanese morto dopo circoncisione in casa: 3 arresti

 

Tre persone sono state fermate su ordine della Procura di Torino per il caso del piccolo Henry, il neonato di origine ghanese morto nei giorni scorsi poche ore dopo essere stato circonciso. Gli inquirenti procedono per omicidio preteintenzionale. I tre fermati sono estranei alla cerchia familiare del bimbo. I genitori del bimbo erano già stati denunciato con l’accusa di omicidio colposo.

I tre fermati sono di origini africane. L’udienza di convalida dell’arresto non è ancora stata celebrata. Ad operare fu un “esperto”, anche lui straniero.

Il 30 maggio il bimbo era stato portato d’urgenza in ospedale dopo avere subito un arresto cardiaco a pochi giorni dalla circoncisione cui era stato sottoposto in casa. La richiesta di aiuto era arrivata da una ex scuola occupata, dove sono dislocate un centinaio di famiglie senza casa o sotto sfratto, che si riconoscono nello “Spazio popolare Neruda” a Barriera di Milano (Torino).

In quell’edificio, in via Ciriè 7, un tempo sede dell’istituto tecnico “Casale”, era arrivata portando il bimbo febbricitante, la coppia ghanese, che dimora altrove a Torino. E lì i genitori ed il loro piccolo hanno trascorso la notte. “Avevano circonciso il figlio poi l’avevano bendato con una garza e gli avevano somministrato una Tachipirina”, ha raccontato un occupante dello spazio Neruda.

I genitori sono stati entrambi denunciati per omicidio colposo. La donna, che ha 35 anni e da 5 vive in Italia con lo status di rifugiata, ha rivelato agli investigatori di avere somministrato al figlio una supposta di paracetamolo da 250 mg, il cui uso è consigliato solo dopo i 12 kg di peso. Anche il padre, ghanese di 33 anni, vive in Italia con lo status di rifugiato.

L’autopsia fatta sul piccolo ha rivelato che la morte è stata causata da setticemia, conseguente all’intervento di circoncisione. Sembrerebbero escluse, invece, cause legate alla supposta di paracetamolo. tgcom24



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -