Isis scioglie nell’acido decine di suoi miliziani perché ritenuti spie

 

Combattenti dello Stato Islamico (Isis) “sciolti in vasche riempite di acido” dagli uomini del Califfato nero, perchè ritenuti spie che avrebbero segnalato alla coalizione internazionale anti-Isis le posizioni di esponenti dell’organizazione, uccisi negli ultimi tempi da raid Usa. E’ quanto riferiscono a media arabi ufficiali dell’intelligence irachena.

isis-spie

A scatenare la caccia alle spie nelle proprie file, secondo questi ufficiali citati dall’emittente araba “Akhbar Alaan”, sarebbe stata la recente morte di un alto comandante dell’organizzazione: Abu Hayia al Tunsi, il comandante che, lo scorso marzo, è stato fatto saltare per aria da un missile lanciato da un drone che ha centrato la sua auto mentre impartiva ordini aicombattenti nel Nord della Siria. Il comandante sarebbe stato ucciso perchè le “spie” avevano nascosto nel mezzo su cui viaggiava una ricetrasmittente” nella sua auto. Da allora, secondo fonti irachene, l’Isis avrebbe ucciso 38 suoi membri con l’accusa di agire come informatori. askanews

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -